Economia Internazionale

Foto Nicolas SarkozyFoto Barack ObamaConoscere l'Economia Internazionale (o Economia Estera) è indispensabile per comprendere le dinamiche che muovono tutto il mondo che gira intorno al nostro Paese. Essere consci dunque su quali novità riguardano l'Economia estera internazionale è un dovere ed un diritto di tutti e quindi la We-News.com vi terrà aggiornati su tutto il panorama economico estero. Siete di centrodestra o di centrosinistra? Nessun problema, noi siamo imparziali. Rimanete aggiornati anche con i nostri feed ed iscrivetevi alla nostra newsletter.

Il bilancio dei gruppi aziendali: in cosa consiste?

Un tema mancante nel dibattito economico attuale è quello relativo al bilancio consolidato dei gruppi aziendale altrimenti detto consolidato. Il bilancio consolidato consiste in un documento redatto il 31 dicembre di ogni anno indirizzato a rappresentare, per i soggetti interessati, la situazione economica, patrimoniale e finanziaria di un gruppo di aziende. Questo documento viene dalla capogruppo. In Italia tale importante documento viene ancora oggi regolato in modo "basico" da una legge specifica del lontano 1991 che è stata successivamente modificata da una direttiva UE regolarmente recepita dal nostro ordinamento. Da qualche anno è stato previsto che a redigere il bilancio consolidato non siano obbligati solo i gruppi aziendali privati ma anche tutti gli enti locali.

Copyright © All Rights Reserved - We-News.com

Entra per commentare

Normativa del Un tema mediatico di grande importanza è la disciplina europea del "bail-in", in vigore nell'ordinamento italiano dal 1° Gennaio 2016. Essa prevede il salvataggio interno delle banche, ossia con denaro di azionisti, creditori (subordinati e non) e correntisti con depositi superiori a 100.000 euro. Fa discutere l'applicazione della normativa in seguito al caso politico del salvataggio delle 4 banche regionali: Banca Etruria, Banca Marche, CariChieti e CariFerrara. Il sistema bancario italiano ed europeo è in una fase di graduale ed intenso cambiamento. Lo scopo è il consolidamento patrimoniale degli Istituti e l'utilizzo esclusive di risorse private in caso di fallimento delle stesse.

Copyright © All Rights Reserved - We-News.com

Entra per commentare

Pfizer e Allergan: trattativa da 330 milioni di euro Finora quello che è certo è che dalla fusione fra Pfizer e Allergan dovrebbe nascere un colosso farmaceutico con una capitalizzazione di mercato da 300 miliardi di dollari. Da una parte c’è dunque la Pfizer, casa farmaceutica statunitense che ha tra i suoi farmaci più conosciuti il Viagra, dall’altra c’è l’Allergan casa farmaceutica irlandese che produce tra gli altri il famoso Botox un farmaco sempre più utilizzato in chirurgia estetica. A rivelare la trattativa è il Wall Stree Journal. La fusione con Allergan consentirebbe ai manager di Pfizer di accelerare la crescita, ma anche di ridurre le aliquote fiscali che paga. Inoltre con l'integrazione di Allergan, la Pfizer andrebbe a rafforzare in modo considerevole i suoi guadagni con farmaci della casa irlandese oggi protetti da brevetti dei prodotti Restasis e Botox.

Copyright © All Rights Reserved - We-News.com

Entra per commentare

Deutsche Bank: tagli al personale e patteggiamenti giudiziari  La Deutsche Bank chiuderà il terzo trimestre con un rosso da 6,2 miliardi di euro, ha annunciato l'istituto attraverso un messaggio ai dipendenti del nuovo co-ceo John Cryan in carica dal luglio scorso, che ipotizza anche la possibilità che non venga distribuito alcun dividendo fino al 2017. Deutsche Bank sopprimerà novemila posti di lavoro, ai quali si aggiungeranno altre 6mila con contratti esterni che fanno capo alla divisione global technology. La principale banca tedesca conferma la perdita sulle svalutazioni in Cina e gli accantonamenti legati ai casi giudiziari. Infatti per il patteggiamento con le autorità americane che lo accusano di aver violato le norme sulle transazioni con Siria e Iran Deutsche Bank dovrebbe pagare 200 milioni di dollari per risolvere la disputa. Deutsche Bank dovrà inoltre pagare un totale di 2,5 miliardi di dollari di ammenda alle autorità statunitensi e britannica per avere manipolato i tassi benchmark Libor, Euribor e Tibor.

Copyright © All Rights Reserved - We-News.com

Entra per commentare

Prosegue il Quantitative Easing: cosa cambierà?L’annuncio di Draghi che ha sostenuto di voler dare il via al quantitative Easing, ribattezzato dagli organi di stampa “QE2”, agendo sulle modalità degli acquisti di titoli, è stato accolto con entusiasmo dai mercati finanziari. Le Borse europee, infatti hanno accelerato al rialzo: Milano e Parigi +0,7%, Francoforte +0,8%. La seconda fase del quantitative easing, che dovrebbe partire a dicembre prevede la scelta di una serie di opzioni come il probabile taglio del tasso d'interesse sui depositi delle banche presso la Bce, oggi a -0,20 per cento e la possibilità di modificare la composizione e durata degli acquisti di titoli (che prevedono un importo complessivo di 1.100 miliardi di euro). Queste misure potrebbero esser adottate in combinazione fra loro. Ma solo nelle prossime settimane si saprà quello che i comitati tecnici della Bce e delle banche centrali nazionali avranno deciso sul punto.

Copyright © All Rights Reserved - We-News.com

Entra per commentare

Starbucks e Fiat dovranno restituire 20-30 milioni perchè hanno beneficiato di aiuti fiscali non dovutiIl verdetto ufficiale della Commissione europea stabilisce che Fiat e Starbucks dovranno versare centinaia di milioni di euro di tasse non pagate.  I tax rulings, gli accordi fiscali anticipati, siglati da Fiat Trade & Finance con il Lussemburgo e da Starbucks con i Paesi Bassi, sono da ritenersi illegali. La Commissione europea dopo 15 mesi di indagini sul trattamento fiscale privilegiato (tax ruling) ha decretato che Fiat e l'americana Starbucks, hanno goduto, di "una riduzione indebita dell'onere fiscale per almeno 20-30 milioni dal 2012 ad oggi". Secondo i calcoli di Bruxelles, Fiat e Starbucks avrebbero pagato tasse per appena 0,4 e 0,6 milioni di euro. La Fiat Chrysler Automotive ha subito criticato l'attesa decisione della Commissione, prima ancora che fosse ufficiale. Starbucks ha annunciato la sua intenzione di ricorrere contro la decisione europea. Sotto il mirino ci sono Apple e Amazon.

Copyright © All Rights Reserved - We-News.com

Entra per commentare