Quali sono I migliori  Conti correnti  a zero spese? State cercando un conto corrente perché avete necessità di effettuare pagamenti in contanti sopra i mille euro, che vi consenta di disporre bonifici, pagare utenze e tasse, richiedere un finanziamento, emettere assegni? Volete sapere qual’è il migliore in questo momento? Ecco alcuni consigli che potrebbero fare al caso vostro e che consentono di spostare anche i risparmi se voleste cambiare banca (tale operazione dal giugno 2015 infatti è diventata totalmente gratuita e velocizzata dalle norme sulla portabilità dei conti correnti). Ricordiamo comunque che per scegliere con maggiore consapevolezza un conto corrente, la prima cosa da fare è soffermarsi con attenzione sul foglio informativo di descrizione del conto stesso. In questo foglio, infatti, vengono elencate tutte le caratteristiche del conto corrente e quindi anche le spese relative alle singole operazioni o gli eventuali costi aggiuntivi.

Copyright © All Rights Reserved - We-News.com

Benchè l’apertura di un conto corrente oggi sia un operazione semplice e veloce, tuttavia è necessario stare molto attenti ai costi nascosti che vengono applicati poi dopo un po’ di tempo al vostro conto corrente.

Infatti anche i famosi “conto corrente a costo zero“ spesso nascondono commissioni per le operazioni effettuate.

Di solito comunque i conti a zero spese non prevedono spese fisse (spese per l'apertura e chiusura del conto), ma soltanto spese variabili che dipendono dalle singole operazioni che si effettuano e dall’imposta di bollo che nel caso di conti superiori ai 5000 euro corrisponde a 34,2 euro.

Le condizioni delle operazioni allo sportello e i costi relativi al libretto assegni e alle operazioni con carta di credito o bancomat sono altre informazioni cui bisogna fare attenzione.

Per chi è alla ricerca di un Conto Corrente a zero spese, in questo mese di ottobre 2015, ecco qui si seguito elencati, alcuni di quelli più convenienti.

Tra le promozioni attive questo mese troviamo Conto Webank di Banco Popolare di Milano: si tratta di un conto online senza nessuna spesa di canone annuo o per il bancomat, che permette prelievi gratuiti illimitati in area Euro.

Assicura a regime un interesse dello 0,15% lordo.

 

Tra i migliori, resta però sempre il Conto Arancio, che fornisce imposta di bollo e canone gratuito, così come bonifici online o allo sportello e prelievo ATM da altra banca, in Europa o dallo sportello. La Carta di credito è inoltre  gratuita.

Il Conto Corrente Arancio, offre atresi' la possibilità a tutti i titolari di partecipare ad un esclusivo concorso con scadenza il 31 dicembre 2015.

Il limite della vincita è 2.000 euro, importo massimo di ciascun premio erogato.

In palio ogni mese, per 10 fortunati estratti, c’è il controvalore dell’ultimo stipendio accreditato sul conto corrente, in buoni carburante Eni e buoni acquisto Amazon, Apple, eDreams, IKEA o Zara, a scelta del cliente.

 

Uno dei migliori conti corrente a zero spese è anche quello di CheBanca!

Tramite l'apertura del conto online non si paga nessuna spesa di bollo e nessun canone annuo. Sono gratuiti anche tutti i bonifici online, e i prelievi presso ATM dalle altre banche e da tutta Europa.

In caso di prelievo allo sportello o di bonifico allo sportello il costo invece è di 3 euro ad operazione.

Interessante è anche la possibilità di avere una carta di credito con zero canone annuo.

Anche CheBanca!, inoltre offre la possibilità di aprire direttamente on line, tramite PC o tabblet, le diverse formule di conto corrente, inviando la documentazione necessaria in PDF.

 

In alternativa CheBanca! propone Conto Yellow, formula che comprende un conto corrente più vantaggioso, con interessi promozionali accreditati trimestralmente sulle somme in giacenza, un Dossier Titoli e una carta CheBanca! Internazionale.

 

In ultimo ricordiamo anche Conto Banca Dinamica di Banca Dinamica: si tratta di un conto corrente online a zero canone e spese fisse che rende a regime l’1,00% lordo annuo sulle giacenze senza limiti di importo.

I prelievi Bancomat sono gratuiti in tutta Europa e l’imposta di bollo è a carico della banca.

Non vi resta che scegliere quindi!

Vuoi sapere quante visite ha questo articolista? Clicca sul bottoncino "VS" a lato.

«Quanto ti è piaciuto questo articolo???»
... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.

Log in to comment