abf festeggia un annoL'Arbitro Bancario Finanziario (ABF) nel corso del suo primo anno di vita ha dovuto esaminare più di 3mila ricorsi, e Banca d'Italia, facendo il punto della situazione, sottolinea come "l'istituzione dell'ABF abbia corrisposto a un bisogno effettivo della clientela bancaria", dato che  "ha lo scopo di dirimere in modo imparziale, rapido ed efficace le controversie tra i clienti e gli intermediari, svolgendo in piena autonomia le proprie funzioni decisionali.

Al 30 novembre 2010 sono stati presentati all'ABF circa 3.100 ricorsi, a fronte dei quali sono state adottate oltre 1.500 decisioni.

Nel 60 per cento dei casi il ricorso ha avuto esito favorevole per il cliente.

Poco meno del 10 per cento i casi in cui i Collegi hanno dichiarato le richieste non giudicabili nel merito; si ragguagliano al 30 per cento le pronunce di rigetto.

Non si registrano casi di inadempimento degli intermediari alle decisioni dell'ABF".

Banca d'Italia aggiunge che  l'ABF si è occupato nella maggioranza dei casi  di operazioni sui conti correnti, sulle modifiche unilaterali delle condizioni contrattuali, sulla portabilità dei finanziamenti e dei mutui, segnalazioni negli  frodi riguardanti le carte di pagamento e conti online.

 

Banca d'Italia pone l'accento sul fatto che la maggior parte dei ricorsi hanno avuto come oggetto questioni dei conti legate alla poca chiarezza o semplicità di comprensione delle clausole contrattuali, per questo  "richiama pertanto l'attenzione sull'opportunità di semplificare tale tipo di servizio e di integrare l'offerta alla clientela con il "conto corrente semplice" introdotto dalle disposizioni sulla trasparenza".

In particolare è in materia di trasparenza che si evidenziano ancora carenze.

 

Cristina iadeluca

«Quanto ti è piaciuto questo articolo???»
... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.

Log in to comment