gdfUn'operazione congiunta fra finanza, agenzia delle entrate e Inps per una lotta compatta all'evasione fiscale nella movida milanese.

E' stata un'operazione congiunta fra Inps e Agenzia delle entrate, che hanno presentato i loro uomini prima dell'apertura per poi andarsene solo a fine turno.

Gli uomini addetti hanno controllato soprattutto la corretta emissione degli scontrini per poter poi confrontare gli incassi con le sere precedenti, e nel caso contenstare palesi differenze di fatturato.

Nella super operazione anti "truffaldino" erano presenti anche Inps e Polizia Municipale.

I primi hanno controllato la correttezza dei contratti di lavoro mentre i secondi facevano dei controlli sulle auto di un certo valore per poi confrontare in un secondo momento i redditi dei proprietari.

"Sono arrivati prima dell'apertura e ci hanno annunciato che resteranno qui fino all'orario di chiusura del locale" ha detto Alessandro Provolo, amministratore della società che gestisce la birreria bavarese con cucina 'Kapuziner Platz', in via Ascanio Sforza, zona Navigli.

"Presumo - ha aggiunto Provolo - che vogliano confrontare gli incassi di stasera con quelli di sabato scorso. Noi siamo tranquilli, verificheranno che l'incasso è in linea".

 

"E' giusto che facciano i controlli per vedere chi è in regola" ha detto Luca Sassi, giovane gestore del locale 'Spritz Navigli', anch'egli alle prese con la visita degli ispettori. "Noi siamo in regola e lo saremo sempre.

E chi è in regola - ha concluso Sassi - non teme nessuno".

Written by Alice Salvador

«Quanto ti è piaciuto questo articolo???»
... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.

Log in to comment