fiscoSeconda parte della normativa per la quale anche se arriva una cartella di pagamento errata o contestabile il contribuente è tentuto in primis al pagamento e successivamente alla verifica.

Ricordiamo che sia i ricorsi che il pagamento deve avvenire entro e non oltre il limite di massimo 60 giorni.

Se il pagamento non viene fatto, la "cartella" passa ad Equitalia, la quale provvederà al recupero delle somme.

Conformemente a quanto previsto dall'art. 29 del dl 78/2010, i nuovi modelli degli "atti impositivi" sono:


- degli atti accertativi-impositivi;
- dei titoli esecutivi e del precetto.

La formula esecutiva è rappresentata appunto dall'intimidazione al debitore di pagare la somma.

L'intimidazione è fondamentale, senza questa fase l'avviso risulterà nulla, e di conseguenza sarà illegittimo il provvedimento esecutivo.

Considerando che le somme potrebbero cambiare in base alla scelta del debitore, l'Amministrazione già prevede tutte le possibilità e per ognuna crea un'intimidazione che varia in base agli importi.

Ed esattamente:

 

- mancato pagamento ed omessa impugnazione dell'avviso;
- definizione delle sole sanzioni, ai sensi dell'art. 17 del dlgs 472/1997;
- proposizione del ricorso e mancato versamento a titolo provvisorio degli importi dovuti.


«Quanto ti è piaciuto questo articolo???»
... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.

Log in to comment