Scadenze Tasse Novembre2015: quali sono?Arriva il consueto appuntamento con le scadenza fiscale di novembre: in questo mese tutti i cittadini, le imprese e i lavoratori dipendenti che saranno puntualmente chiamati ai pagamenti delle tasse dovute. Le scadenze fiscali si concentreranno tra il 16 e il 30 novembre. Più nello specifico mentre i lavoratori dipendenti, attraverso i rispettivi datori di lavoro, 'daranno' al fisco le ritenute per un importo di 10,4 miliardi di euro. Le società di capitali (Spa, Srl, Società cooperative, etc.), pagheranno l'acconto Ires che ammonterà a 11,8 miliardi. C’è poi da aggiungere l'acconto Irap che sarà di tutto rispetto e costerà alle aziende ben 8,4 miliardi di euro, mentre l'acconto Irpef imporrà ai lavoratori autonomi un esborso di 8 miliardi di euro.

Copyright © All Rights Reserved - We-News.com

Tra l'Iva, gli acconti Irpef, Irap, Ires, le addizionali Irpef e le ritenute di imposta, gli autonomi, le imprese e i lavoratori dipendenti verseranno all'erario 53,5 miliardi di euro. Le società di capitali (Spa, Srl, Società cooperative, etc.), pagheranno l'acconto Ires che ammonterà a 11,8 miliardi.

Proprio una bella cifra! (La fonte di questi dati è la Cgia di Mestre- Associazioni Artigiani Piccole Imprese Metre)

 

• L'imposta più onerosa da onorare il mese prossimo sarà l'Iva: autonomi e imprese verseranno nelle casse dello Stato 12,3 miliardi di euro. Ieri è infatti scaduto il termine per presentare i modello di rimborso IVA.

I contribuenti Iva che hanno realizzato nel 1°, 2° o 3° trimestre del periodo d’imposta un’eccedenza di imposta detraibile superiore a 2.582,28 euro e che intendono chiedere in tutto o in parte il rimborso di questa somma (o l’utilizzo in compensazione per pagare anche altri tributi, contributi e premi), avrebbero dovuto presentare il modello TR ieri.

 

• Oggi 3 novembre 2015: scade anche l’ultima rata del canone RAI, che interessa chi ha voluto la dilazione del pagamento.

Il pagamento può essere effettuato presso gli Uffici postali o telematicamente con bancomat o carta di credito.

Chi ha dilazionato il pagamento del canone RAI deve versare la IV ed ultima rata.

 

• In ordine, invece, all’IRPEF entro il 16 novembre 2015 occorre tenere a mente il versamento delle ritenute alla fonte a titolo d’acconto operate dai sostituti d’imposta su:

- redditi di lavoro autonomo corrisposti nel mese precedente. Il codice tributo da utilizzare in questo caso è 1040 con periodo di competenza 10/2015;

-redditi di lavoro dipendente e assimilati corrisposti nel mese precedente.

Oltre alle ritenute il sostituto d’imposta deve versare anche le addizionali comunali e regionali;

- provvigioni per rapporti di commissione, di agenzia, di mediazione e di rappresentanza corrisposte nel mese precedente. Il codice tributo in questo caso è 1038.

 

• Ci sono poi le scadenze fiscali IVA: entro 16 novembre 2015 occorre tenere a mente i seguenti adempimenti:

- versamento IVA di competenza ottobre 2015 per i contribuenti che liquidano l’IVA mensilmente. Il versamento deve essere eseguito tramite modello F24 indicando il codice tributo 6010 nella sezione erario;

- versamento IVA di competenza III trimestre 2015 (luglio, agosto e settembre) per i contribuenti che liquidano l’IVA trimestralmente.

Il versamento deve essere eseguito tramite modello F24 indicando il codice tributo 6033 nella sezione erario.

 

• Sempre entro il 16 novembre 2015 è bene ricordarsi di effettuare il ravvedimento breve, cioè quello scadente entro i 30 giorni, relativamente alle scadenze non correttamente adempiute entro il 16 ottobre scorso. In questo caso la sanzione è ridotta al 3% e gli interessi vanno calcolati sui 30 giorni di ritardo.

 

• C’e’ poi l’appuntamento del 25 novembre: che consiste nella presentazione di elenchi riepilogativi Intrastat del mese di ottobre, su cessione e/o acquisto e prestazione di servizi intracomunitari.

 

• Entro il 30 novembre si deve pagare il secondo acconto IRPEF 2015 rivolto alle persone fisiche che presentano Modello UNICO.

L’acconto consiste nel veramento del 60% dell’imposta versata per l'anno 2014, riducibile se le previsioni dimostrano un reddito inferiore all'anno precedente (codice tributo 4034).

Sempre entro oggi va versato il secondo acconto IRES per l'anno 2015 (codice tributo 2002).

Altra scadenza odierna è il secondo acconto dell'IRAP (codice tributo 3813).

Cade oggi, infine, la scadenza per aderire a Voluntary Disclosure.

L'adesione può essere effettuata telematicamente, anche attraverso intermediari abilitati.

Vuoi sapere quante visite ha questo articolista? Clicca sul bottoncino "VS" a lato.

«Quanto ti è piaciuto questo articolo???»
... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.

Log in to comment