Compensi amministatori di un' Srl: quando sono deducibili?La Corte di Cassazione con la sentenza n. 21953 del 28 ottobre 2015 ha statuito che in tema di società di capitali i costi sostenuti per il compenso dei membri del consiglio di amministrazione di una srl non sono deducibili dal reddito d'impresa quando vengono approvati in sede di bilancio. È necessaria un'espressa previsione dello statuto o una specifica delibera dell'assemblea. Ne consegue che devono essere sanzionati con l’invalidità gli atti degli organi societari diversi dalla delibera dell’assemblea, in quanto avente a oggetto questioni estranee alla attribuzione dei compensi agli amministratori. Con tale motivazione ha accolto quindi il ricorso dell’Agenzia delle Entrate, condannando la Srl appartenente a un Gruppo societario al pagamento delle spese giudiziali di I e I grado.

Copyright © All Rights Reserved - We-News.com

Log in to comment

Società di comodo: più facile disfarsene con il condono? Chi ha intestata una società di comodo, potrà presto usufruire di un aliquota agevolata se volesse cederla ai soci e quindi disfarsi della stessa. L’art. 11 del disegno di legge di Stabilità per il 2016 prevede infatti la disciplina di quello che è stato definito come “scioglimento agevolato delle società di comodo”. In breve sugli immobili e sulle altre attività che le società di comodo, entro il 30 settembre 2016, assegneranno o cederanno ai soci, sarà applicata al posto dell’Irpef e dell’Irap un’aliquota sostitutiva dell’8%, che sale al 10,5% se la “scatola” è considerata non operativa in almeno due dei tre periodi di imposta precedenti. Il dovuto andrà versato in due tranche, la prima entro il 30 novembre 2016 e la seconda entro il 16 giugno 2017.

Copyright © All Rights Reserved - We-News.com

Log in to comment

 Avviso di accertamento da Redditometro: è necessaria la motivazione ?I giudici della Corte di Cassazione con la sentenza n. 20649 del 14 ottobre 2015 hanno ritenuto legittimo un avviso di accertamento contenente esclusivamente gli indici di capacità contributiva, senza ulteriori motivazioni. Secondo la Suprema Corte, in presenza di dati certi e incontestati, il contribuente non può richiedere una motivazione specifica delle modalità concrete di determinazione del reddito e dei criteri in concreto adottati per pervenire alle poste di reddito fissate in via sintetica nel cosiddetto redditometro. Esse proprio per fondarsi su parametri fissati in via generale, infatti si sottraggono all’obbligo di motivazione, secondo il principio stabilito dalla legge n. 241/1990. Nella medesima sentenza la Corte di Cassazione ha affermato, inoltre, che grava sul contribuente l'onere di provare documentalmente il contributo alle spese apportato dal coniuge.

Copyright © All Rights Reserved - We-News.com

Log in to comment

Equitalia: in quali casi non può cancellarsi l'ipoteca o il fermo?Il D.Lgs. n. 159/2015, pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 233/2015, in vigore dal 22 ottobre 2015, ha effettuato una riforma della riscossione delle somme iscritte a ruolo, andando a modificare, l'istituto in oggetto, prevedendo, tra l'altro, che la decadenza dalla rateazione si verifica a seguito del mancato pagamento di cinque rate anche non consecutive, e non più otto, e che la presentazione della domanda inibisca l'avvio di nuove azioni esecutive, nonché il fermo delle auto e l'ipoteca esattoriale, ma non consente di rimuovere quelle già presenti. In poche parole le misure cautelari come fermo auto e ipoteca sulla casa, eventualmente già iscritte sui beni del debitore, non vengono più cancellate. Più nello specifico possono esserlo solo dopo il contribuente abbia adempiuto spontaneamente al pagamento di tutte le rate.

Copyright © All Rights Reserved - We-News.com

Log in to comment

 

Cos’è il S.I.Mo.I.Tel.?

Il Garante della Privacy ha dato il suo assenso all’ attivazione di un elenco di cattivi pagatori delle bollette del telefono. Il provvedimento consente di realizzare una banca dati dei soggetti morosi, cioè quelli che cambiano servizio di telefonia lasciando delle bollette arretrate non pagate all’operatore precedente. Il Garante infatti ha già ascoltato Asstel, l’associazione di categoria che raggruppa gli operatori di telefonia e che ha richiesto la condivisione dei dati dei cattivi pagatori, fornendo altresi’ alcune istruzioni operative ai gestori della telefonia mobile e fissa. Il sistema si pone come obiettivo quello di scongiurare il cosiddetto “turismo telefonico “, ovvero la migrazione da un gestore all’altro al fine di evitare il pagamento dei debiti maturati. A breve quindi, forse già dall’anno prossimo il S.I.Mo.I.Tel potrebbe esser operativo.

Copyright © All Rights Reserved - We-News.com

Log in to comment

Cos' è il Servizio Civis F24?Da oggi molti contribuenti potranno correggere da soli gli errori nella compilazione del modello F24 e cioè quelli che si sono verificati durante il pagamento delle imposte con il modello di versamento F24. Civis F24, è disponibile per utenti Fisconline e Entratel. Gli utenti Civis, possono inoltre ricevere gratuitamente l’avviso della conclusione della pratica tramite sms o e-mail e consultare on line l’esito della richiesta di modifica. Il nuovo servizio Civis F24 consentirà quindi alla totalità degli utenti nazionali di richiedere le modifiche on line e ricevere l'esito della richiesta, senza che gli stessi debbano recarsi più presso gli uffici dell’Agenzia delle Entrate Ebbene ricordare comunque che Civis F24 non è l’unica innovazione che ha interessato il canale digitale dedicato all’assistenza sulle comunicazioni di irregolarità, sugli avvisi telematici e le cartelle di pagamento e sul controllo formale delle dichiarazioni.

Copyright © All Rights Reserved - We-News.com

Log in to comment