Foto carta di credito"La serenità di comprare a rate" ecco quello che dice lo slogan pubblicitario della nuova Carta Viva 12 lanciata da Compass, che consente di riborsare in 12 rate mensili l'estratto conto mensile.

Peccato però, che facendo un po' di conti, ci si accorga che i tassi d'interesse sono alti ed in linea con quelli delle normali carte revolving.

E questo corrisponde, nella pratica, a quanto affermato da Compass, società di credito al consumo del Gruppo Mediobanca, che ha definito la Carta Viva 12 come la prima carta rateale non revolving.

Nello specifico la rateizzazione si paga eccome, con una commissione di rateizzazione mensile compresa tra lo 0,5% e lo 0,7% dell'importo finanziato ed un Taeg per la rateizzazione compreso tra un minimo di 11,46% ed un massimo del 16, 26%.

 

Inoltre, se si volesse richiedere l'invio dell'estratto conto cartaceo, ci si deve rassegnare ad avere un Taeg molto più alto, compreso tra il 13,64% ed il 21,69%, con l'aggiunta di una commissione mensile pari a 1,10 euro.

Quindi il Tan è uguale a zero, ma il Taeg è compreso nella media del credito revolving, che è, secondo le rilevazioni della Banca d'Italia, del 17,28% fino ad un massimo del 25,98%.

Inoltre la Compass Carta Viva 12 non è competitiva neanche nei confronti un prestito personale al quale si applica un tasso medio dell'11,3% fino ad un massimo del 16,95%.

Virginia Simbula

«Quanto ti è piaciuto questo articolo???»
... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.



Log in to comment