Quali sono le automobili che consumano di meno?Le auto che consumano poco sono molto apprezzate in tempi di crisi: consentono di risparmiare al momento di fare il pieno e trovano facilmente clienti in caso di rivendita. Con i tempi che corrono ed il progresso tecnologico in campo automobili, la ricerca di motori sempre più efficienti è diventata economicamente indispensabile. Ma se dovessimo comprare un’auto, quale modello e motore prenderemmo in considerazione? Ecco una classifica delle auto con i consumi più bassi che attualmente offre il mercato. La classifica propone 11 modelli per tutti i gusti e tutte le tasche e che proprio per i bassi consumi sono poco amate dai benzinai. Al primo posto troviamo sicuramente l’Alfa Romeo Giulietta 1.6 JTDm-2 che è la versione più parca della compatta più amata dagli italiani.

Copyright © All Rights Reserved - We-News.com

Quali sono le automobili che consumano di meno?

In questo articolo vi aggiorniamo su quelle che sono appunto le auto che consumano di meno.

La classifica propone dieci modelli appartenenti a diversi segmenti.

Il primo posto tra le auto che consumano meno spetta all’Alfa Romeo Giulietta 1.6 JTDm-2 (prezzi da 24.750 euro) che è la versione più parca della compatta più amata dagli italiani: il propulsore turbodiesel da 120 CV potrebbe bere meno nel ciclo urbano (20,0 km/l dichiarati) ma può vantare una buona quantità di coppia.

 

Secondo posto per Audi A6 2.0 TDI S tronic (23,8 km/l) (prezzi da 45.950 euro): la presenza del valido cambio automatico a doppia frizione consente di incrementare le percorrenze già buone offerte dal motore a gasolio da 150 CV.

 

Sul terzo gradino del podio si piazza la BMW 320d Efficient Dynamics, che è ancora più efficiente se dotata dell’eccellente cambio automatico a otto rapporti: ad un prezzo di 42.200 euro offre percorrenze degne di un’utilitaria, prestazioni da sportiva DOC (163 CV, 400 Nm di coppia e 7,8 secondi per accelerare da 0 a 100 km/h) e un incredibile piacere di guida.

 

Viene poi la Fiat Panda Natural Power, adatta agli amanti del risparmio (prezzi da 14.750 euro) e dell’ambiente (è alimentata a metano).

Facile da parcheggiare (è lunga poco più di 3,60 metri), presenta finiture migliorabili ed è poco spaziosa se paragonata a vetture di categoria superiore che costano poco di più.

 

Segue la Ford C-Max 7 1.5 TDCi (prezzi da 24.500 euro).

La monovolume dai consumi contenuti compatta dell’Ovale Blu ha guadagnato con il restyling un frontale più aggressivo ma presenta ancora alcune imperfezioni nell’assemblaggio dei pannelli della carrozzeria.

 

Il sesto posto è aggiudicato all Lancia Ypsilon a metano (prezzi da 16.650 euro) che non è un fulmine di guerra (“0-100” in 13,1 secondi) e, come la “cugina” Fiat Panda (con cui condivide il motore e il pianale), monta un propulsore un po’ rumorosetto.

In compenso è una delle piccole più adatte al pubblico femminile.

 

Segue poi la Volvo V40.

La segmento C della casa svedese, nella versione D2 con motore diesel da 1.5 litri e 115 cavalli, attesta un consumo misto di 3.4 litri per 100 km, quindi poco più di 29 km al litro.

 

Dalla Svezia all’Inghilterra per l'ottavo posto, occupato di diritto dalla Mini One D 2014.

Il nuovo motore diesel 3 cilindri, da 1.5 litri e 95 cavalli, ha conquistato il posto successivo al D2 Volvo perché, nonostante abbia lo stesso consumo medio di 3.4 litri per 100 km, ha un valore di potenza massima inferiore: 95 cavalli contro 115.

 

Lo stesso discorso vale per la nuova Volkswagen Polo.

Anche la piccola tedesca promette un consumo medio di circa 3.4 litri / ogni 100 km con il motore diesel 1.4 TDI BlueMotion da 90 cavalli, che però perde il confronto con la concorrenza inglese a causa della potenza più bassa di cinque cavalli.

 

Decimo posto nella schiera delle 3.4 litri per 100 km tocca alla Citroen C3.

Questa interessante proposta del marchio francese è ordinabile con il motore 1.4 HDI con potenza di 70 cavalli.

 

L’ultimo posto è assegnato all’ Opel Mokka 1.6 CDTI 4x2 (prezzi da 24.350 euro).

Questo SUV è molto amato nel nostro Paese: spazioso e ben rifinito, monta un motore vivace e poco assetato che potrebbe essere più pronto ai bassi regimi.

Vuoi sapere quante visite ha questo articolista? Clicca sul bottoncino "VS" a lato.

«Quanto ti è piaciuto questo articolo???»
... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.

Log in to comment