Il futuro dell’auto  è elettrico? Ad oggi le auto elettriche immatricolate nel nostro paese sono circa 60 mila unità. Lo scorso anno sono state vendute più di 21 mila auto elettriche (+25% rispetto al 2013), quasi totalmente ibride, in un momento di particolare sofferenza per l’automobile, che tra il 2007 ed il 2014 ha visto le vendite dimezzate. La Toyotadetiene il record di vendite con 6.803 veicoli venduti nei tre modelli: Yaris Hsd, Auris Hsd  e Prius Hsd. Ma non sono solo questi i fattori che lasciano presagire lo sviluppo a macchia d’olio delle auto elettriche. Alcuni ricercatori britannici dell'università di Cambridge infatti hanno appena messo su in laboratorio una batteria litio-aria che offrirebbe fino a 600 km di autonomia su un'unica ricarica. Tali nuove tecnologie inoltre permetteranno di ricaricare l’auto in meno di 10 minuti. Le nostre automobili a benzina presto quindi vedersi sostituite dalle auto elettriche forgiate all’insegna della filosofia della green economy.

Copyright © All Rights Reserved - We-News.com

[[Nell'attesa di avere le auto elettriche, vediamo la classifica di quali auto consumano meno carburante]]. 

In Italia le auto ibride vendute nel 1° semestre 2013 sono state 8.171 (0,97% sul totale di auto vendute) con la Toyota che detiene il record di vendite con 6.803 veicoli venduti nei tre modelli: Yaris Hsd (3514), Auris Hsd (2758) e Prius Hsd (531).

La restante fetta di mercato se la spartiscono Lexus (CT200 con 531 veicoli) e la Peugeot (508 RXH 252 veicoli e 3008 Hybrid 4 con 237 veicoli).

Il futuro dell'auto è elettrico.

Secondo lo studio del Servizio Studi e Ricerche del Monte dei Paschi di Siena, a fine 2015 si venderanno mezzo milione di auto elettriche nel mondo, "destinate a diventare 3 milioni nel 2021 e 5 milioni nel 2025.

In soli dieci anni le cifre del business dell’automobile elettrica sono quindi destinate a decuplicare e, contestualmente, la quota di mercato sul totale delle automobili nel mondo passerà dallo 0,6% all’8%".

L'Europa, nel 2021 supererà il paese a stelle e strisce sia come numero di auto elettriche vendute che come quota di mercato nel mondo, dicono gli esperti del Monte dei Paschi.

In Italia lo scorso anno sono state vendute più di 21 mila auto elettriche (+25% rispetto al 2013), quasi totalmente ibride.

Intanto i costruttori stanno aumentando l’offerta, proponendo un numero sempre crescente di modelli realizzati con le diverse 'green-technology' oggi a disposizione, e tutti i governi europei, compreso quello italiano, si stanno adeguando per supportare tale scelta.

Con il costo delle batterie in calo (si stima che il calo sarà del 50% nei prossimi 10 anni), le nuove tecnologie che permetteranno di ricaricare l’auto in meno di 10 minuti.

Intanto dal 14 Marzo 2013 sono partiti gli incentivi statali per l'acquisto di veicoli a bassa emissione e auto elettriche subordinate alla rottamazione di veicoli con almeno dieci anni di vita.

Chi decide di acquistare un veicolo elettrico nuovo nel 2013 o 2014 avrà un contributo di -20% fino ad un massimo di 5.000 euro in base al veicolo che emana meno CO2 a g/km.

Gli incentivi sono destinati quasi esclusivamente a veicoli aziendali o ad uso pubblico (taxi, noleggio ecc.).

Ad oggi le auto elettriche immatricolate nel nostro paese sono circa 60 mila unità.

Nell'università britannica di Cambridge si sta progettando una super-batteria che potrebbe dare alle auto elettriche un'autonomia paragonabile a quella dei veicoli a benzina, grazie a una carica cinque volte superiore a quella delle attuali batterie.

Il gruppo britannico ha dimostrato così che è possibile costruire una batteria ad alta densità di energia con un'efficienza superiore al 90% e che può essere ricaricata più di 2.000 volte.

Se la nuova tecnologia riuscirà a essere trasformata in un prodotto commerciale, consentirà alle auto di guidare da Milano a Roma con una sola ricarica, con batterie che costano - e pesano - un quinto di quelle attualmente utilizzate.

I ricercatori sono riusciti a superare tanti ostacoli. Lo hanno fatto utilizzando un mix di nuovi materiali, come il grafene, organizzati in una configurazione inedita.

Il loro dimostratore è dotato di un elettrodo poroso fatto di grafene, mentre le reazioni chimiche al suo interno sono state potenziate con una serie di additivi che rendono il dispositivo più stabile ed efficiente rispetto agli altri esemplari realizzati finora.

Nell'attesa di avere le auto elettriche, vediamo la classifica di quali auto consumano meno carburante.

Vuoi sapere quante visite ha questo articolista? Clicca sul bottoncino "VS" a lato.

«Quanto ti è piaciuto questo articolo???»
... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.

Log in to comment