CARO SCUOLA, previsto incremento dei prezzi: quando spenderanno in media gli italiani?
CARO SCUOLA, previsto incremento dei prezzi: quando spenderanno in media gli italiani?

Con l'imminente avvio del nuovo anno scolastico 2017/2018, le famiglie italiane dovranno fare i conti con il Caro Scuola. Per quest'anno sono previsti aumenti dei prezzi per il materiale scolastico. Nell'articolo alcune previsioni, ma anche alcuni consigli per risparmiare.

Copyright © All Rights Reserved - We-News.com

In attesa delle proclamate assunzioni nella scuola. annunciate direttamente dalla ministra alla funzione pubblica Marianna Madia, ci occupiamo di un altro aspetto, di sicuro non meno importante, che riguarda l'inizio del nuovo anno scolastico.

Si avvicina l'avvio della stagione scolastica 2017/2018 e come ogni anno le famiglie dovranno fare i conti con il "caro scuola".

I genitori quindi sono già alle prese con le richieste dei propri figli che, ammaliati dalla pubblicità, cercano di avere sempre di più e di seguire le mode.

Il caro Scuola incide parecchio del budget familiare e con la diminuzione delle risorse per gli istituti pubblici, sono sempre più le spese che le famiglie di trovano costrette ad affontare.

Per quanto riguarda l'avvio di quest'anno scolastico si registra un aumento per quanto concerne i prezzi degli articoli scolastici, un aumento di prezzi che potrebbe rappresentare una vera e propria stangata per le famiglie italiane.

La denuncia parte dal Codacons che spiega come per l'anno scolastico 2017/2018 ci sia in previsione una vera e propria stangata con rincari davvero eccessivi su alcuni articoli in particolare.

I costi di zaini, astucci, materiale scolastico in genere, sempre secondo Codacons, hanno registrato un sostanziale incremento, per questo l'appello del presidente dell'associazione dei consumatori alle famiglie, è quello di non lasciarsi abbindolare dalla pubblicità e dalle mode andando alla ricerca di materiale griffato che può incidere parecchio sul budget annuale.

Per Francesco Tanasi, Segretario Nazionale Codacons, anche sulla spesa scolastica è possibile risparmiare sensibilmente e abbattere i costi del 40% seguendo alcuni consigli utili.

Il primo, come già detto è quello di non seguire le mode.

"In questi giorni - afferma il presidente Codacons-  tutte le televisioni stanno bombardando i vostri figli con pubblicità mirate agli acquisti necessari per la scuola. 

Non inseguendo le mode, per il corredo potreste spendere il 40% in meno, acquistando prodotti di identica qualità.


Caro Scuola: prezzi in aumento

Secondo l'associazione dei consumatori la stangata per le famiglie è dietro l'angolo e, per questo motivo, occorre fare attenzione agli acquisti.

"Negozi e supermercati di tutta Italia - spiega l’associazione - hanno già rifornito gli scaffali di tutto l'occorrente per la scuola: si va da diari e quaderni "low cost" a zaini e astucci griffatissimi con le marche del momento, sempre più richieste dai giovanissimi.

In base alle prime stime del Codacons per il corredo scolastico (penne, diari, quaderni, zaini, astucci, ecc.) i prezzi al dettaglio, rispetto al 2016 e dopo un biennio di sostanziale stabilità dei listini, registrano quest’anno un incremento medio del +2,5%, con punte del +3,9% per gli zainetti griffati".

Si tratta di un aumento dei prezzi importante che può incidere parecchio sul bilancio delle famiglie italiane.

"Per la prima volta, dunque - scrive Codacons-la spesa per il materiale scolastico sfonderà la soglia dei 500 euro a studente, raggiungendo durante l'anno scolastico 2017/2018 quota 511 euro a studente su base annua, cui va aggiunto il costo per libri di testo, altra voce che inciderà pesantemente sui portafogli delle famiglie italiane, variabile a seconda del grado di istruzione e della scuola.

Tra corredo e libri di testo - denuncia il Codacons - la spesa complessiva può superare i 1.100 euro a studente, una vera e propria stangata per le tasche degli italiani.

Ti potrebbe interessare anche: Carburante in aumento quanto costa in più un pieno rispetto allo scorso anno?


«Quanto ti è piaciuto questo articolo???» ... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

 

FONTI:

Per il contenuto: Codacons.

Per l'immagine: La Nazione 

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.

Articolo scritto da:

Carmelo Riccotti La Rocca, il Capo Redattore (leggi la sua biografia).

Log in to comment