L'occhio del Garante: bollette 28 giorni, consumatori in fibrillazione
L'occhio del Garante: bollette 28 giorni, consumatori in fibrillazione. 

Anche Consumatrici.it ha deciso di scendere in campo contro le fatture delle 4 settimane che Sky ha iniziato ad inviare ai suoi abbonati a partire dallo scorso 1' Ottobre. Il quotidiano online delle consumatrici italiane ha segnalato Sky all’Antitrust, affinché blocchi gli aumenti previsti.  La polemica è nel vivo e i toni del dibattito sono molto alti. Ma ancor più alte sono le cifre in campo, i guadagni extra oggetto del contendere con le bollette ogni 4 settimane, ogni 28 giorni, di Sky e delle grandi compagnie telefoniche. Intanto è proprio così: anche la pay-tv ha annunciato una nuova frequenza di fatturazione: la bolletta ogni 4 settimane, invece che ogni mese, aumentando il costo dell’abbonamento dell’8,6%.

Copyright © All Rights Reserved - We-News.com

Quella che si sta giocando è una partita miliardaria e i principali protagonisti sono le società che hanno imposto ai loro clienti una bolletta ogni 28 giorni, invece di quella tradizionale mensile.

Quattro delle società in questione (Tim, Vodafone, WindTre e Fastweb) saranno quasi certamente multate dal Garante per le Comunicazioni (l'AgCom) per aver abbandonato la fatturazione mensile.

Ma il Garante, e non è certo un "piccolo particolare", potrà sanzionare ognuna di queste aziende per un massimo di un milione 160mila euro.

Eppure i controlli del Garante stesso portano alla luce numeri di ben altra entità: quanti soldi le società guadagnano in più nel corso di un anno grazie alla nuova bolletta parametrata sui 28 giorni?

Lo studio interno del Garante, ancora riservato, è impressionante e rivela che le aziende ricavano "quasi 900 milioni in più", in un anno, dai loro clienti della rete fissa

A questi 900 milioni bisogna aggiungerne altri 290 che pure sono fatturato aggiunto e che sono usciti dalle tasche dagli italiani che hanno una sim per cellulare con un abbonamento annesso.

Una nuova proposta di legge per cambiare le carte in tavola?

In questo caso scatterebbero alcune sanzioni dirette per gli operatori con indennizzi da versare agli utenti e con maggiori poteri alle autorità di vigilanza, come ad esempio l'Agcom.

Spunterà anche, a carico delle compagnie, un indennizzo forfettario di 50 euro che saranno tenute a versare al cliente in caso di violazione della cadenza mensile della fatturazione?

Come risarcimento delle somme indebitamente percepite dal gestore in caso di bolletta a 28 giorni? Non resta che attendere la mossa effettiva di una proposta di legge.

Intanto in merito alla diffida pubblicata da AGCOM che risale allo scorso 26 Settembre), Sky Italia ha già avuto modo di perfezionare il processo di comunicazione agli abbonati.

Come riconosciuto dalla stessa AGCOM, Sky ha infatti deciso di potenziare in modo conforme alla normativa le modalità di comunicazione della modifica contrattuale e non è stata sanzionata dalla Autorità: in questo caso la nota dell’AGCOM non riguardava la scelta di variare il periodo di 28 giorni della fatturazione.

FONTI:

Per il contenuto: Bolletta ogni 28 giorni, una beffa che vale un miliardo all'anno.

Per l'immagine: www.we-news.com

Articolo scritto da:

Mauro Suma, il Direttore Responsabile (leggi la sua biografia).

Log in to comment