Calcio milanese: sotto esame le cessioni ai Cinesi
Calcio milanese: sotto esame le cessioni ai Cinesi. 

Massimo Moratti non ci sta. L'inchiesta del Corriere della Sera del Maggio 2015 era intitolata così: "Hong Kong e Cayman, la selva oscura dell’Inter di Thohir - A monte della società finanziarie e paradisi fiscali. L’affare Merdeka e le quote delle holding del presidente in pegno". Oggi però, giorno in cui La Repubblica ha ripreso quel tema, l'ex presidente dell'Inter ha ammonito il  quotidiano con una nota di smentita. Secondo Moratti, è illecito ogni tipo di paragone fra la trasparenza della sua cessione Inter a Thohir e quella targata Milan di Silvio Berlusconi a Yonghong Li. Moratti lascia intendere che la cessione del Milan sia stata meno trasparente della sua.

Copyright © All Rights Reserved - We-News.com

E se fosse esattamente la stessa cosa? La stessa operazione?

Silvio Berlusconi ha fatto una cessione del Milan per soldi veri e riscontrabili, verificati da fior di advisor, istituti bancari e società di consulenza.

Stando ai fatti e all'ultima nota dello stesso Massimo Moratti, la stessa cosa è accaduta anche nella vicenda che lo ha riguardato da vicino.

Poi, e questo vale sia per Berlusconi che per Moratti, nessun venditore può sapere quello che accade dopo e può garantire per l'utilizzo delle azioni della società di cui si è appena liberato.

Oggi che si parla dell'inchiesta del New York Times sulle effettive proprietà del nuovo presidente cinese del Milan, Yonghong Li, non si può dimenticare che anche la Merdeka, società delle Cayman cui Erick Thohir aveva ceduto in pegno le azioni del Club nerazzurro, non aveva un centralino telefonico.

Anche nel caso di Thohir, i quotidiani scrivevano e titolavano due anni e mezzo fa di una ragnatela di finanziamenti, pegni incrociati,  holding e paradisi fiscali.

Nessuna similitudine tra la cessione delle quote di maggioranza dell’Inter da Massimo Moratti a Erick Thohir e il passaggio di proprietà del Milan dalle mani di Silvio Berlusconi al nuovo gruppo dirigenziale rossonero: è invece il concetto con cui l’ex patron nerazzurro ha voluto smentire l’articolo apparso su La Repubblica in cui si diceva che il tycoon indonesiano ha rifinanziato il debito contratto per acquistare l’Inter concedendo in pegno le azioni della società a una finanziaria delle isole Cayman, la Merdeka, di cui nessuno ha mai conosciuto i reali proprietari.

Questo il contenuto della lettera inviata dallo stesso Massimo Moratti a La Repubblica: "Non c’è alcuna somiglianza fra le cessione da parte mia di quote dell’Inter a Thohir e le caratteristiche che vengono attribuite alla vendita del Milan al gruppo cinese da parte di Silvio Berlusconi. L’operazione si è svolta in piena trasparenza nel giro di pochi mesi, non c’è e non è lecito alcun paragone o similitudine".

Frecciata a Berlusconi come mai prima d'ora?

Semplice fastidio personale?

Certamente sono state due operazioni diverse: più debiti Inter e meno contanti per il pagamento dell'Inter; meno debiti Milan e più contanti per il pagamento del Milan.

Ad oggi, Yonghong Li ha fatto tutti gli aumenti di capitale che era stato chiamato a fare per il Milan, società alla quale non ha mai prestato un solo euro.

«Quanto ti è piaciuto questo articolo???» ... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

 

FONTI:

Per il contenuto: Moratti: “Cessione dell’Inter a Thohir trasparente, nessun paragone con il Milan”, fcinter1908.it, 18 Novembre 2017.

Per l'immagine: www.we-news.com

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.

Articolo scritto da:

Mauro Suma, il Direttore Responsabile (leggi la sua biografia).

Log in to comment