Autovetture verso l'Africa: sgominato il  traffico
Autovetture verso l'Africa: sgominato il traffico. 

I controlli su alcuni veicoli in esportazione per l’Africa erano in corso da tempo. Poi il personale dell’Area Verifiche e Controlli-Antifrode dell’Ufficio delle Dogane di Salerno e della Squadra di Polizia Giudiziaria della Polizia Stradale di Salerno ha portato a termine una brillante operazione con il ritrovamento di due automobili che stavano per essere imbarcate per l’Africa. L’indagine ha consentito il sequestro delle due vetture di recentissima costruzione, prive di targa, contraffatte nel numero del telaio. Il servizio di vigilanza svolto dai poliziotti è stato messo in atto per arginare e contrastare il riciclaggio di veicoli rubati e contraffatti attraverso l'imbarco nei porti Italiani su motonavi dirette verso i paesi Africani. 

Copyright © All Rights Reserved - We-News.com

L'operazione in sè e per sè non è clamorosa nelle cifre e nelle dimensioni, ma se fosse la punta dell'iceberg?

Il blitz congiunto delle forze dell'ordine salernitane ha consentito di sequestrare una nuovissima Toyota Rav 4 di colore grigio metallizzato, priva di targa, contraffatta nel numero di telaio che risultava corrispondere ad altro veicolo regolarmente circolante e una Ford Kuga di colore grigio metallizzato, anch’essa priva di targhe.

Tutte e due le autovetture presentavano documentazioni riconducibili a cittadini del Centro Africa.

Le indagini volte all’identificazione delle autovetture e dei responsabili del riciclaggio delle stesse, proseguono.

Il sequestro delle autovetture e dei veicoli industriali ha dato un duro colpo all’organizzazione criminale privandola dell’ingiusto profitto ottenuto dalla loro vendita, valore stimato intorno ai 250mila euro.

Un riciclaggio da contrastare e da arginare, cosa che si può fare come ha dimostrato il colpo inferto dalle forze dell'ordine italiane in quel di Salerno.

Veicoli italiani rubati e contraffatti che vengono imbarcati nei porti italiani su motonavi destinate nei paesi balcanici o in quelli africani del Maghreb: si tratta di un sistema importante, significativo, dai numeri economici importanti.

Quando viene rubata una autovettura, sotto casa o nel parcheggio davanti al ristorante, poi non sparisce nel nulla; ci sono invece sistemi di traffico collaudati che è importante scoprire prima e sgominare poi.

In questo caso è stata proficua e produttiva la collaborazione fra il personale dell'agenzia delle Dogane di Salerno e i poliziotti della Stradale, sempre di Salerno.

I due uffici avevano già lavorato insieme e non è la prima volta che lo scambio, l'incrocio e il raffronto delle informazioni porta a risultati positivi, visto che la scorsa settimana erano stati sequestrati due veicoli industriali rubati che stavano per "partire" verso l'Egitto.

Controllare i porti e tenere sott'occhio i flussi di autovetture sospette, è così che può essere combattuto il mercato delle auto rubate in Italia,  passando dai piccoli episodi, come i sequestri di questa settimana e della scorsa a Salerno, ad una strategia più generale.

Se lo augurano i cittadini italiani che fanno tanti sacrifici per comprarsi una macchina e poi sono costretti a inseguirla nel nulla o a subire danni economici, oltre alla beffa del furto subito.

«Quanto ti è piaciuto questo articolo???» ... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

 

FONTI:

Per il contenuto: Traffico illegale di auto dirette in Africa: sequestri al porto di Salerno, salernotoday.it, 24 Novembre 2017.

Per l'immagine: www.we-news.com

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.

Articolo scritto da:

Mauro Suma, il Direttore Responsabile (leggi la sua biografia).

Log in to comment