L'Italia delle pensioni, l'Italia delle incomprensioni
L'Italia delle pensioni, l'Italia delle incomprensioni. 

Per cosa ci si deve arrabbiare di più? Per non andare ai Mondiali di calcio con la Nazionale o per andare in pensione a 67 anni?! E' una domanda che si pongono sempre più persone, anche perchè andare in pensione a 67 anni con una aspettativa di vita media di 83 anni, significa versare 42-45 anni di contributi per ricevere 13 anni di pensione. Decisioni e norme che nessuno trova giuste, nonostante le eccezioni che ci sono ai 67 anni. Eppure le contribuzioni pensionistiche sono sempre state strapagate dai cittadini italiani: quindi?! Nonostante il contentino dei "lavori usuranti", ci sono politici che vanno in pensione a 51 anni incassando 9mila euro al mese. Sono le cose che fanno arrabbiare di più le persone.

Copyright © All Rights Reserved - We-News.com

In Italia l’età per l’accesso alla pensione è la più alta d’Europa.

L’innalzamento a 67 anni ci colloca all’ultimo posto fra i 28 Paesi dell'Unione Europea, sia per quanto riguarda gli uomini che le donne. In Francia si va in pensione a 62 anni, in Svezia a 61, in Spagna e Austria a 65, in Germania a 65 e 6 mesi.

Solo la Grecia ci eguaglia e la compagnia, con tutto il rispetto, non è particolarmente incoraggiante.

Anche i greci infatti vanno in pensione a 67 anni, come confermano i dati pubblicati dal "Sistema di informazione reciproca sulla protezione sociale nell’Unione europea" che dà informazioni dettagliate e aggiornate sui sistemi previdenziali dei Paesi Ue.

Con l’innalzamento dell’età pensionabile a 67 anni che scatterà nel 2019, il governo italiano si è trovato costretto ancora una volta a misurarsi con i diktat dei falchi dell’austerity

La dimostrazione in questo senso arrica dalla lettera alle autorità italiane del vicepresidente della Commissione Ue Dombrovskis in cui chiede di attenersi alle importanti riforme di bilancio strutturali concordate e cioè proprio al giro di vite sulle pensioni.

E le esenzioni? Le famose eccezioni da lavori usuranti?

Contentini...un dato emblematico arriva dal Friuli Venezia Giulia, dove nell'intera regione saranno appena 100 i lavoratori appartenenti alle categorie degli impieghi gravosi che 2019 saranno esentati dall’aumento a 67 anni dell’età pensionabile.

Il dato che arriva dal basso è preoccupante e va in netta controtendenza rispetto ai numeri del  primo ok del  Senato.

Si tratta della prima approvazione dell’esenzione dei lavoratori appartenenti a 15 attività gravose dall’aumento automatico dell’età pensionabile a 67 anni nel 2019: uno stop che riguarderebbe 14.600 soggetti nel 2018 per salire a oltre 20mila unità negli anni successivi.

Il Friuli Venezia Giulia sarà quindi una eccezione o sarà la regola?

Intanto è arrivato il correttivo che fa lievitare da 4 a 7 anni il periodo di accompagnamento alla pensione (incentivo) nei casi di eccedenza di personale in imprese con più di 15 dipendenti per ristrutturazione aziendale anche in funzione degli adeguamenti alla nuova era  digitale e della robotica, con costi interamente a carico delle aziende

«Quanto ti è piaciuto questo articolo???» ... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

 

FONTI:

Per il contenuto: Nei 28 stati della UE solo in Italia e in Grecia si va in pensione a 67 anni, actionweb24.com, 27 Novembre

Per l'immagine: www.we-news.com

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.

Articolo scritto da:

Mauro Suma, il Direttore Responsabile (leggi la sua biografia).

Log in to comment