I legali di Galliani vogliono intervenire pesantemente
I legali di Galliani vogliono intervenire pesantemente. 

Andrea Francesco Silva, non Riccardo Silva. Il secondo è stato il dominus dei diritti televisivi e calcistici per l'estero, il primo è stato citato negli articoli di oggi come il  protagonista di una telefonata in grado di "incastrare" Adriano Galliani, ex amministratore delegato del Milan, ex presidente ma anche vicepresidente della Lega Serie A. Sembra però che al netto dell'omonimia del cognome, la vicenda citata nella telefonata fra Galliani e la ex moglie Malika El Hazzazi ci sia una vicenda tutt'altro che televisiva. I legali si sono già messi in moto e prefigurano un tentativo, come altri, di screditare Silvio Berlusconi in un momento in cui l'ex premier è tornato in auge politicamente.

Copyright © All Rights Reserved - We-News.com

E' una vera e propria escalation: se così fosse, come la giudicheranno gli elettori?

Dopo la vittoria delle elezioni amministrative in Sicilia e i sondaggi positivi per il Centrodestra in vista delle prossime elezioni politiche, il meccanismo è pressochè quotidiano.

Dal ritorno in auge del processo Ruby ter alle illazioni del programma Piazzapulita, su La7, riguardanti i fondi utilizzati per la cessione del Milan.

Ma, nella giornata di oggi, a contaminare il cielo sopra il Cavaliere ci hanno pensato anche alcuni quotidiani, in particolare La Stampa, di Torino, e il Secolo XIX, di Genova.

La ricostruzione pubblicata oggi da La Stampa, nell'articolo a firma Emilio Randacio, è questa: due bonifici di 25mila euro su conti esteri intestati alla moglie Malika El Hazzazi e a nome "Silva", in base ad alcuni particolari emersi durante l'indagine dei pm di Milano sull'assegnazione e spartizione dei diritti tv del calcio della primavera 2015.

I due pagamenti, secondo il quotidiano torinese, datati dicembre 2016, sarebbero quindi da far risalire ad Andrea Silva - ex della MP & Silva - che Galliani e Marco Bogarelli, ex numero 1 di Infront Italy (advisor della Lega calcio), avevano individuato come successore dello stesso Bogarelli che si era dimesso (novembre 2016) perché coinvolto nell'inchiesta.

A giudizio degli inquirenti, in base alle intercettazioni, "si rileva come Galliani intrattenga con Mp & Silva, rapporti finanziari riservati e dall’ascolto della conversazione si fa chiaramente intendere, nonostante la cripticità e l’avversione di Galliani a trattare l’argomento per telefono, l’imminenza di due disposizioni di pagamento da parte di Silva a favore di Galliani".

E' accaduto proprio questo?

Dura la reazione dei legali di Galliani...

L'avvocato Leandro Cantamessa e l'avvocato Niccolo Ghedini hanno dichiarato: "Gli articoli apparsi stamani su alcuni quotidiani riguardanti Adriano Galliani sono non solo diffamatori ma del tutto erronei. Andrea Silva, soggetto a cui si fa riferimento negli articoli, è un omonimo rispetto alla società MP SILVA, non è il titolare che si chiama Riccardo Silva e non ha alcuna attinenza con le vicende oggetto di indagine".

Non solo, hanno proseguito "Il contenuto della conversazione dunque nulla ha a che vedere con il mondo del calcio e riguarda una vicenda personale trasparente e ampiamente documentata. Ovviamente si tratta di un articolo di natura pre-elettorale e altrettanto ovviamente saranno esperite tutte le azioni giudiziarie del caso".

Ricordiamo che nello scorso mese luglio, il Tribunale del Riesame di Milano aveva confermato il no agli arresti di due ex manager di Infront e di Riccardo Silva, mentre negli atti dell'inchiesta era emerso anche il nome dell'ex ad del Milan Adriano Galliani, mai formalmente indagato.

«Quanto ti è piaciuto questo articolo???» ... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

 

FONTI:

Per il contenuto: Inchiesta diritti tv, Galliani nel mirino per due bonifici alla moglie. I legali: "Articoli diffamatori", gazzetta.it, 1 Dicembre 2017.

Per l'immagine: www.we-news.com

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.

Articolo scritto da:

Mauro Suma, il Direttore Responsabile (leggi la sua biografia).

Log in to comment