INPS e Bonus giovani: tutti i meccanismi
INPS e Bonus giovani: tutti i meccanismi. 

I bonus non finiscono mai. Ma saranno vera gloria? Si possono raggiungere davvero o sono dei dedali pre-elettorali? In particolare il Bonus assunzioni giovani 2018 consiste in uno sgravio contributivo INPS pari al 50% dei contributi fino a 3000 euro annui per 3 anni per le assunzioni a tempo indeterminato o le stabilizzazioni di lavoro flessibile di giovani fino a 30 anni (35 anni per il 2018). Si tratta di una nuova agevolazione introdotta dal Governo per favorire l’aumento di lavoro stabile. Lo sgravio contributivo può essere richiesto per l’assunzione a tempo indeterminato o la stabilizzazione di contratti a termine di giovani under 30 (under 35 fino al 31/12/2018). 

Copyright © All Rights Reserved - We-News.com

Agevolazioni sì, ci sono, ma non sono per tutti e non sono pronta cassa: le agevolazioni di cui avranno diritto i datori di lavoro saranno pari al 50% dei contributi INPS per 3 anni.

Ecco perchè il bonus assunzioni giovani 2018 potrà salire al 100% dei contributi per il primo anno, ma sempre con un tetto massimo di 3.000 euro e a determinate condizioni.

Finisce che ci si ritrova un po' come ai tempi della scuola, in attesa della circolare che risolve tutto.

In questo caso la circolare è quella dell'INPS che spiegherà nel dettaglio tutti i risvolti pratici della misura, nell'attesa fa testo quanto scritto dalla Legge 205/2017 (legge di bilancio 2018 pubblicata in Gazzetta Ufficiale il 29 dicembre).

L’Art. 1 comma 100 della Legge 205/2017 introduce un nuovo esonero contributivo per assunzioni di giovani: lo  sgravio sarà pari al 50% dei contributi INPS per un massimo di 3.000 euro su base annua ripartito su base mensile per 36 mensilità.

Potrà essere richiesto per assunzioni dal 1' gennaio 2018 con contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato a tutele crescenti.

Bisogna poi che il mondo del lavoro prenda atto dei requisiti e della condizioni necessarie per avere diritto al bonus.

Bisogna cioè informarsi bene e verificare di avere i titoli in regola sul fronte del giovane da assumere.

Ovvero: il lavoratore non deve aver compiuto i 30 anni di età (35 solo nel periodo fino al 31 dicembre 2018); il lavoratore non deve aver lavorato con contratto a tempo indeterminato nei 6 mesi precedenti la data di assunzione con nessun datore di lavoro (tranne per lavoratori con parziale fruizione dei benefici).

C'è poi il lato del datore di lavoro: non deve aver effettuato licenziamenti individuali per giustificato motivo oggettivo o licenziamenti individuali nei sei mesi precedenti l’assunzione; il datore di lavoro deve essere in regola con i principi generali di fruizione degli incentivi art. 31 D. lgs 150/2015, come ad esempio il rispetto del Contratto collettivo nazionale di lavoro di riferimento.

Il bonus del 50% per un massimo di 3000 spetta anche per la stabilizzazione a tempo indeterminato di un apprendistato a patto che l’apprendista non abbia più di 30 anni.

Il bonus giovani 2018 spetta anche per le trasformazioni a tempo indeterminato di rapporti a termine. Il bonus spetta per le trasformazioni avvenute dal 1° gennaio 2018 sempre nei limiti di età previsti dalla norma ovvero 35 anni per il 2018, 30 anni dal 2019.

«Quanto ti è piaciuto questo articolo???» ... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

 

FONTI:

Per il contenuto: Bonus Assunzioni Giovani 2018, nuovo sgravio contributivo INPS, lavoroediritti.com, Antonio Maroscia, 2 Gennaio 2018.

Per l'immagine: www.we-news.com

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.

Articolo scritto da:

Mauro Suma, il Direttore Responsabile (leggi la sua biografia).

Log in to comment