Mercato auto Europa in calo: l'Italia si difende
Mercato auto Europa in calo: l'Italia si difende. 

A Settembre 2017 il mercato automobilistico europeo ha fatto registrare un calo del 2% rispetto allo stesso mese di un anno fa. A rivelarlo sono i dati Acea (European Automobile Manufacturers Association), che comunque sottolinea il saldo positivo (+3,6%) per il cumulato dei primi nove mesi dell’anno, con 12 milioni di nuove immatricolazioni. E' la prima frenata del mercato automobilistico europeo, dopo un anno di rialzi. L'Itala dal canto suo va in controtendenza, e quindi in terreno positivo, con un incremento dell'8,1%, si registrano perdite significative nei mercati di Regno Unito e Germania. Tuttavia il saldo annuale in Europa è positivo: +3,6%.

Copyright © All Rights Reserved - We-News.com

Il mercato europeo dell'auto si lecca le ferite, ma senza drammi.

Il  comparto, su scala continentale, ha chiuso in calo a Settembre: le immatricolazioni nell'Europa dei 28 più Efta (Associazione europea di libero scambio) sono state 1.466.336, il 2% in meno dello stesso mese dell'anno scorso. 

L'ultimo segno negativo del settore nel suo complesso era stato del meno 0,3% e risaliva al mese di Ottobre 2016.

Al netto delle percentuali, nei primi nove mesi dell'anno 2017 sono state vendute 12.026.194 auto, pari a una crescita del 3,6% sull'analogo periodo dell'anno scorso.

Resta stabile al 6,1% la quota di Fiat Chrysler Automobile, che a Settembre ha immatricolato 90.038 vetture, in calo dell'1% rispetto allo stesso mese 2016: nei primi nove mesi il gruppo ha venduto 831.250 auto, l'8,2% in più dell'analogo periodo del 2016.

E' in questo modo che Fiat Chrysler è riuscita a contenere il calo grazie al boom di Alfa Romeo, che con Stelvio e Giulia ha aumentato le vendite del 15,9%, e Jeep (+3,6%): tutto questo, secondo il Centro Studi Promotor non è stata tanto una frenata, quanto un rallentamento della crescita.

Tutta colpa del mese di 30 giorni e del giorno di lavoro in meno da calendario nel mese di Settembre?

Di rilievo il parere del presidente di Federauto, Filippo Pavan Bernacchi: "La battuta di arresto nel Continente è un segnale da monitorare e soprattutto ci fa riflettere sul dato italiano, che vanta una crescita sui 9 mesi del +150% rispetto alla media del mercato europeo, la cui economia non è certo inferiore alla nostra. La verità è che per sostenere le quote di mercato stiamo registrando un vero e proprio exploit di auto kilometrizero che secondo le elaborazioni di Dataforce sono cresciute del 40% rispetto al 2016, altrimenti saremmo allineati ai valori espressi dall’area Ue + Efta".

Ha proseguito Pavan Bernacchi: "Per essere corretti ha pesato positivamente anche il superammortamento che ha spinto le vendite alle partite Iva. I concessionari italiani esprimono infine soddisfazione per la scelta del Governo italiano di non aumentare l’Iva nella prossima Finanziaria".

Un calo soprattutto inglese e tedesco?

Il Settembre di Volkswagen è stato del meno 1,1 per cento...

In terreno negativo anche il gruppo Bmw...

«Quanto ti è piaciuto questo articolo???» ... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

 

FONTI:

Per il contenuto: Mercato auto, in Europa a settembre 2017 la prima frenata: -2%, motorionline.com, 17 Ottobre 2017.

Per l'immagine: www.we-news.com

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.

Articolo scritto da:

Mauro Suma, il Direttore Responsabile (leggi la sua biografia).

Log in to comment