Tutte le anticipazioni sul bilancio Gennaio-Giugno 2017 dell'AC Milan
Tutte le anticipazioni sul bilancio Gennaio-Giugno 2017 dell'AC Milan. 

L'agenzia Reuters è riuscita a visionare il bilancio consolidato del Milan riguardante il periodo compreso tra il 1' Gennaio e il 30 Giugno 2017, prima dell‘assemblea dei Soci convocata per il prossimo lunedì 13 Novembre. La prima situazione che emerge, rassicurante per i tifosi del Milan,è che all‘analisi del calcolo dei covenant (gli accordi e i parametri che tutelano i finanziatori dai possibili danni derivanti da una gestione eccessivamente rischiosa dei finanziamenti concessi) delle obbligazioni del Milan sottoscritte dal fondo Elliott, analisi che tiene conto degli aumenti di capitale effettuati dal nuovo socio di controllo del Club, non sono emerse criticità.

Copyright © All Rights Reserved - We-News.com

Secondo Reuters e secondo quanto scritto fra i capitoli di bilancio del Milan, soggetto finanziario sui cui assetti si sbizzarriscono le rubriche economiche dei giornali ormai da mesi, per non dire da anni, appare centrale il ruolo del presidente Li Yonghong.

Proprio lui, subentrato a Fininvest nel mese di Aprile del 2017, ha sottoscritto un aumento di capitale da circa 60 milioni di euro ma finora ha effettuato versamenti per complessivi 27 milioni, compresi 5 milioni versati ad inizio Settembre.

Il patrimonio netto, negativo per 50,4 milioni di euro alla fine del 2016, nella precedente gestione, al 30 Giugno risulta positivo per 30 milioni di euro per effetto anche del versamento in conto capitale per 53,5 milioni effettuato da Fininvest prima del closing.

Proprio le ricapitalizzazioni da parte del nuovo azionista di controllo, l‘imprenditore cinese Li Yonghong, che ha ribadito l‘impegno in tal senso, sono uno degli elementi chiave del piano industriale quinquennale 2017-2022, finalizzato al raggiungimento di una situazione di equilibrio economico-finanziario.

Il bilancio semestrale Milan tratta poi il tema della rinegoziazione del debito finanziario, soggetto a covenant, in scadenza ad ottobre 2018.

Si tratta delle due obbligazioni emesse dalla società per un importo complessivo di circa 130 milioni di euro, al tasso fisso del 7,7%, e sottoscritte dal fondo Elliott.

Al riguardo il primo bond da 73,7 milioni di euro, è stato utilizzato per ripagare l‘indebitamento del Milan nei confronti della controllante, che a sua volta ha azzerato i debiti della società nei confronti delle banche al momento dell‘acquisizione da Fininvest.

Il secondo bond, da 54,3 milioni, è stato integralmente utilizzato alla data di redazione del bilancio, ovvero l‘11 ottobre, per finanziare la campagna acquisti dei giocatori.

Molti chiari gli obiettivi del Milan: "Sono iniziate le discussioni con alcuni istituti finanziari, e gli amministratori sono confidenti di poter finalizzare il rifinanziamento del debito finanziario, nell‘ambito di una più articolata operazione che prevede il rifinanziamento del debito della Rossoneri Sport Investment Luxembourg".

Nel bilancio si legge anche che "La campagna trasferimenti ha comportato nell‘esercizio 2017 un bilancio negativo di 126,5 milioni di euro, per effetto degli investimenti effettuati nel periodo".

Le voci in miglioramento: al 30 Giugno di quest‘anno il valore della produzione si è attestato a 102,9 milioni di euro da 127,6 milioni del primo semestre 2016.

I costi sono scesi a 129,7 milioni di euro da 153,3 milioni dei primi sei mesi dell‘anno scorso. La posizione finanziaria netta è negativa per 139,6 milioni di euro, a fronte di -178,4 milioni di euro a fine 2016.

«Quanto ti è piaciuto questo articolo???» ... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

 

FONTI:

Per il contenuto: AC Milan, bilancio: da analisi covenant prestiti no criticità, fiducia in rinegoziazione debito, it.reuters.com, Elvira Pollina, 31 Ottobre 2017.

Per l'immagine: www.we-news.com

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.

Articolo scritto da:

Mauro Suma, il Direttore Responsabile (leggi la sua biografia).