Borsa e AceaFra borsa ballerina, conti gestiti non proprio a dovere e super compensi Acea naviga in pessime acque.

Acea, una società che come tante ha visto un 2011 nero in borsa, che si sia bruciata 784,150 milioni di euro, con una perdita del 42,96%, ed il titolo Acea è passato da € 8,697 a € 4,888 per azione.

La società che gestisce servizi pubblici essenziali, quali acqua, depurazione, vendita energia, termovalorizzazione rifiuti, illuminazione pubblica ha registrato circa il 10% dell'aumento dei debiti, cioè per circa 2,4 miliardi di euro.

L'utile netto della società nei primi nove mesi del 2011 è crollato del 43,3%.

A questo bilancio disastroso, si aggiungono gli sprechi milionari, benefit, auto blu e consulenze hanno inciso pesantemente sul bilancio anche se i conti non sono totalmente trasparenti in tal senso.

Si pensa però che solo il parco auto sia aumentato per una spesa di circa 2,4 milioni di euro.

Molto generose anche le buonuscita dei dirigenti, solo il precedente amministratore delegato ha avuto una buonuscita di 7 milioni di euro.

Nonostante la crisi globale le difficoltà finanziarie dell'azienda, il 22 dicembre scorso sono stati pagati 58 milioni di euro di dividendi in aggiunta ai 97 milioni di euro e distribuiti a giugno.

Nel frattempo i debiti verso fornitori ammontano a 896 milioni di euro, e questo è un dato di novembre quindi potrebbero essere notevolmente aumentati.

Si può ben capire in che acque naviga Acea, e l'andamento del mercato non è certo stato d'aiuto, si attende dunque una ricapitalizzazione della società dove i grandi azionisti sono chiamati a partecipare in prima persona al risanamento dei conti.

 

Visti i compensi di quest'anno e degli anni scorsi, anche di milioni di euro, ora bisogna pensare alla ricostituzione di un bilancio sano reinvestendo nell'azienda gli stessi compensi e ad una nuova politica del risparmio, cosa a cui stanno pensando tutti dal governo al piccolo operaio.

Written by Alice Salvador

«Quanto ti è piaciuto questo articolo???»
... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.

Log in to comment